Sbocchi professionali

Idrologi - (2.1.1.6.5)
funzione in un contesto di lavoro:
Progetto, dimensionamento, verifica, manutenzione e dismissione di opere o infrastrutture complesse, anche comprendenti aspetti innovativi, in campo idraulico, edile, delle infrastrutture di trasporto.
Direzione lavori e conduzione dei cantieri.
Redazione di rapporti, relazioni tecniche.
competenze associate alla funzione:
Progetto, dimensionamento e verifica di reti per trasporto e distribuzione di reti fognarie, di opere di bonifica.
Progetto, dimensionamento e verifica di opere di invaso, derivazione, captazione, impianti idroelettrici e irrigui.
sbocchi professionali:
- imprese di costruzione e manutenzione di opere civili, impianti a servizio delle opere civili ed infrastrutture civili, opere e sistemi di controllo e di difesa del suolo;
- studi professionali e società di progettazione di opere edili, strutture e infrastrutture civili, viarie ed idrauliche;
- uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali;
- aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione, controllo e monitoraggio del territorio e per la difesa del suolo;
- libera professione e attività di consulenza;
- uffici tecnici di enti pubblici e privati (comunali, provinciali).
Ingegneri edili ed ambientali - (2.2.1.6.1)
funzione in un contesto di lavoro:
Progetto, dimensionamento, verifica, manutenzione e dismissione di opere o infrastrutture complesse, anche comprendenti aspetti innovativi, in campo idraulico, edile, ambientale, delle infrastrutture di trasporto e dei trasporti.
Direzione lavori e conduzione dei cantieri.
Redazione di rapporti, relazioni tecniche; aggiornamento e autoformazione sulla normativa e l'evoluzione tecnico-scientifica del settore.
competenze associate alla funzione:
Progetto, dimensionamento e verifica di reti per trasporto e distribuzione di acqua, di reti fognarie, di opere di bonifica e irrigazione. Progetto, dimensionamento e verifica di opere di derivazione, captazione, impianti idroelettrici e irrigui.
Progettazione di opere di sostegno delle frane e di stabilizzazione dei versanti.
Progetto, dimensionamento, verifica e monitoraggio di inpianti di trattamento delle acque ai fini idropotabili, di depurazione delle acque reflue.
Progetto, dimensionamento, verifica e monitoraggio di opere di risanamento ambientale (falde acquifere, terreni, aria).
Valutazione dell'impatto ambientale delle opere civili e infrastrutturali.
sbocchi professionali:
I laureati magistrali potranno trovare occupazione presso imprese, enti pubblici e privati e studi professionali per la
progettazione, pianificazione, realizzazione e gestione di opere e sistemi di controllo e monitoraggio dell'ambiente e del territorio, di difesa del suolo, di gestione dei rifiuti, delle materie prime e delle risorse ambientali, geologiche ed energetiche e per la valutazione degli impatti e della compatibilità ambientale di piani e opere.
Ingegneri idraulici - (2.2.1.6.2)
funzione in un contesto di lavoro:
Progetto, dimensionamento, verifica, manutenzione e dismissione di opere o infrastrutture complesse, anche comprendenti aspetti innovativi, in campo idraulico, edile, delle infrastrutture di trasporto.
Direzione lavori e conduzione dei cantieri.
Redazione di rapporti, relazioni tecniche.
competenze associate alla funzione:
Progetto, dimensionamento e verifica di reti per trasporto e distribuzione di acqua, di reti fognarie, di opere di bonifica e irrigazione. Progetto, dimensionamento e verifica di opere di invaso, derivazione, captazione, impianti idroelettrici e irrigui.
Progetto, dimensionamento, verifica e monitoraggio di impianti di trattamento delle acque ai fini idropotabili, di depurazione delle acque reflue.
Progetto, dimensionamento, verifica e monitoraggio di opere di risanamento ambientale (falde acquifere, terreni, aria).
sbocchi professionali:
- imprese di costruzione e manutenzione di opere civili, impianti a servizio delle opere civili ed infrastrutture civili, opere e sistemi di controllo e di difesa del suolo;
- studi professionali e società di progettazione di opere edili, strutture e infrastrutture civili, viarie ed idrauliche;
- uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali;
- aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione, controllo e monitoraggio del territorio e per la difesa del suolo;
- libera professione e attività di consulenza;
- uffici tecnici di enti pubblici e privati (comunali, provinciali).
Cartografi e fotogrammetristi - (2.2.2.2.0)
funzione in un contesto di lavoro:
Progetto, dimensionamento, verifica, manutenzione e dismissione di opere o infrastrutture complesse in ambito territoriale.
Direzione lavori e conduzione dei cantieri.
Progetto, esecuzione e restituzione di opere di rilievo cartografico e fotogrammetrico aereo e terrestre.
Redazione di rapporti, relazioni tecniche e cartografia; aggiornamento e autoformazione sulla normativa e l'evoluzione tecnico-scientifica del settore.
competenze associate alla funzione:
Progettazione ed esecuzione di opere di rilievo e fotogrammetrico aereo e terrestre.
Produzione di carte topografiche e rilievi di precisione per uso in ambito civile, militare, urbanistico, idraulico, infrastrutturale.
Produzione di modelli digitali del terreno in ambito civile, militare, urbanistico, idraulico, infrastrutturale.
Monitoraggio degli spostamenti di grandi opere civili, fenomeni franosi nei versanti in materiale sciolto e roccia.
Monitoraggio di sicurezza nelle cave di materiale lapideo.
sbocchi professionali:
- imprese di costruzione e manutenzione di opere civili, impianti a servizio delle opere civili ed infrastrutture civili, opere e sistemi di controllo e di difesa del suolo;
- studi professionali e società di progettazione di opere edili, strutture e infrastrutture civili, viarie ed idrauliche;
- uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali;
- aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione, controllo e monitoraggio del territorio e per la difesa del suolo;
- libera professione e attività di consulenza;
- uffici tecnici di enti pubblici e privati (comunali, provinciali).
Dati statistici Laureati

Nel periodo 2015-2017 (ultima rilevazione AlmaLaurea disponibile) si sono laureati in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università di Parma mediamente 18 studenti per ogni anno (min. 16 - max. 20), in lieve prevalenza di sesso femminile. L’età media alla laurea è di 27 anni e mezzo. Circa un terzo dei laureati risultava proveniente dalla provincia di Parma, un altro terzo da altre province della regione Emilia Romagna, mentre il rimanente terzo da altre regioni d'Italia. Circa 80% aveva conseguito un diploma di liceo (in prevalenza scientifico), mentre il rimanente 20% proveniva, all'iscrizione alla laurea triennale, da un istituto tecnico. Il voto medio di laurea oscilla, sempre nel periodo dal 2015 al 2017, da un minimo di 103,3 ad un massimo di 107,9/110 nel 2017. La regolarità nel percorso di studi mostra un netto miglioramento nell'ultimo anno del periodo di osservazione (il 61,1% dei laureati risulta in corso), ed in tutto il periodo considerato risulta contenuta la percentuale di laureati che risultano fuori corso oltre il 1° anno (in media il 24,5%). Il ritardo alla laurea per il 2017 risulta mediamente pari a circa 7 mesi. Per quanto riguarda le condizioni di studio, nel periodo 2015-2017 la maggior parte degli studenti ha frequentato con assiduità gli insegnamenti del corso di laurea (nel 2015 e nel 2017 il 100% degli studenti ha seguito con regolarità più del 75% degli insegnamenti), ha svolto nella maggior parte dei casi (la media sul periodo considerato è pari al 78,7%) un tirocinio o uno stage di lavoro riconosciuto durante il percorso di studio, mentre ha svolto all'estero una parte significativa della preparazione della tesi di laurea nel 10% circa dei casi. Durante il percorso didattico circa il 75% degli intervistati ha dichiarato di aver avuto esperienze di lavoro, generalmente (nel 51% dei casi) di natura occasionale, saltuaria o stagionale. Il 75% dei laureati nel 2017 ha dichiarato di aver partecipato ad almeno un’attività di formazione post-laurea (nel 37.5% dei casi si tratta di stage in azienda). Alcuni dati sulle condizioni occupazionali dei laureati a 3 anni dalla laurea sono riportate nel file allegato.
 

Condizioni occupazionali dei laureati a 3 anni dalla laurea.

Opinioni dei laureati

I giudizi espressi dai laureati in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università di Parma sull'esperienza universitaria risultano particolarmente soddisfacenti. Nelle ultime tre rilevazioni AlmaLaurea (periodo 2015-2017), gli intervistati dichiarano di essere soddisfatti del corso di laurea (risposte positive: decisamente sì, o più sì che no) nel 97.9% dei casi in media (nel 2015 e nel 2017 nel 100% dei casi). Identiche percentuali si registrano per il grado di soddisfazione nel rapporto con i docenti. Il carico di studi è giudicato sostenibile (risposte positive) dal 100% degli intervistati nel 2015 e nel 2017, dal 93,7% nel 2016. Nell'ultima rilevazione (anno 2017), l'88,2% degli intervistati dichiara che si iscriverebbe nuovamente allo stesso corso magistrale (il dato è in crescita negli ultimi tre anni). Le valutazioni relative all’adeguatezza delle strutture didattiche risultano in continuo miglioramento nel periodo analizzato. Nel 2017 le aule e i laboratori sono considerati sempre o spesso adeguati nel 100% dei casi (nel 2015 lo erano per l'89,5% del campione); le postazioni informatiche in numero adeguato per l'88,2% degli intervistati (nel 2015 lo erano solo per il 63,2%). La valutazione sulla qualità dei servizi delle biblioteche evidenzia giudizi positivi nel 100% dei casi nel 2017 (nel 2015 il dato era pari al 77%).

Le opinioni dei laureati, come Profilo e Condizione occupazionale, sono consultabili sul sito del Consorzio Alma Laurea
rispettivamente alle pagine web:
- http://www.almalaurea.it/universita/profilo
- http://www.almalaurea.it/universita/occupazione
Una volta aperta la pagina web di interesse, occorre cliccare "Consulta i dati" nel riquadro "I Profili: interroga la banca dati" (Profilo
dei laureati) o "Tavole per Ateneo" (Condizione occupazionale).
Si effettua quindi una ricerca guidata per Tipo di Corso (laurea di primo livello) -> Ateneo (Parma) -> Facoltà (Ingegneria) ->
Classe (Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio (LM-35, 38/S)) -> Corso (Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio (LM-35)).
Nel documento pdf inserito sono riportate alcune elaborazioni grafiche dei dati sopra citati.